Take another quiz >

I Canti di Giacomo Leopardi

Inserire i titoli dei Canti di Giacomo Leopardi. Per ogni poesia è riportato il primo verso.
Quiz by crespipal
Rate:
Last updated: 16 gennaio 2016
First submitted16 gennaio 2016
Times taken183
6:00
0
 / 36 guessed
The quiz is paused. You have remaining.
Scoring
You scored / = %
This beats or equals % of test takers also scored 100%
The average score is
Your high score is
Your fastest time is
Keep scrolling down for answers and more stats ...
 
Titolo
Incipit
I.
All'Italia
O patria mia, vedo le mura e gli archi
II.
Sopra il monumento di Dante
Perché le nostre genti
III.
Ad Angelo Mai
Italo ardito, a che giammai non posi
IV.
Nelle nozze della sorella Paolina
Poi che, del patrio nido
V.
A un vincitore nel pallone
Di gloria il viso e la gioconda voce
VI.
Bruto minore
Poi che divelta, nella tracia polve
VII.
Alla primavera
Perché i celesti danni
VIII.
Inno ai patriarchi
E voi de’ figli dolorosi il canto
IX.
Ultimo canto di Saffo
Placida notte, e verecondo raggio
X.
Il primo amore
Tornami a mente il dí che la battaglia
XI.
Il passero solitario
D’in su la vetta della torre antica
XII.
L'infinito
Sempre caro mi fu quest’ermo colle
XIII.
La sera del dì di festa
Dolce e chiara è la notte e senza vento
XIV.
Alla luna
O graziosa Luna, io mi rammento
XV.
Il sogno
Era il mattino, e tra le chiuse imposte
XVI.
La vita solitaria
La mattutina pioggia, allor che, l’ale
XVII.
Consalvo
Presso alla fin di sua dimora in terra
XVIII.
Alla sua donna
Cara beltá, che amore
XIX.
Al conte Carlo Pepoli
Questo affannoso e travagliato sonno
XX.
Il Risorgimento
Credei ch’al tutto fossero
XXI.
A Silvia
Silvia, rimembri ancora
XXII.
Le ricordanze
Vaghe stelle dell’Orsa, io non credea
XXIII.
Canto notturno di un pastore errante dell'Asia
Che fai tu, luna, in ciel? dimmi, che fai
XXIV.
La quiete dopo la tempesta
Passata è la tempesta
XXV.
Il sabato del villaggio
La donzelletta vien dalla campagna
XXVI.
Il pensiero dominante
Dolcissimo, possente
XXVII.
Amore e morte
Fratelli, a un tempo stesso, Amore e Morte
XXVIII.
A se stesso
Or poserai per sempre
XXIX.
Aspasia
Torna dinanzi al mio pensier talora
XXX.
Sopra un basso rilievo antico sepolcrale
Dove vai? chi ti chiama
XXXI.
Sopra il ritratto di una bella donna
Tal fosti: or qui sotterra
XXXII.
Palinodia al marchese Gino Capponi
Errai, candido Gino; assai gran tempo
XXXIII.
Il tramonto della luna
Quale in notte solinga
XXXIV.
La ginestra o Il fiore del deserto
Qui su l’arida schiena
XXXV.
Imitazione
— Lungi dal proprio ramo
XXXVI.
Scherzo
Quando fanciullo io venni
No comments yet